In Sabina la III Edizione dello Slow Food Day

slowdaySi continua con la campagna di raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare Rifiuti Zero.

Sabato 25 maggio, in occasione della III Edizione della Festa nazionale del socio di Slow Food, che si festeggia in 300 piazze italiane, dalle ore 10 alle 13.00, le associazioni Slow Food Sabina e Postribù saranno in Piazza Martiri della Libertà a Poggio Mirteto per la raccolta firme che in tutta Italia vede centinaia di comitati e associazioni locali impegnati per giungere all’approvazione della Legge di iniziativa popolare Rifiuti Zero
Primo obiettivo del percorso legislativo iniziato lo scorso 27 marzo con il deposito in Corte di Cassazione, è la raccolta di 50.000 firme.

Pensiamo infatti che questa sia l’opportunità per offrire all’Italia una via d’uscita da un sistema economico insostenibile, dichiara la referente per la raccolta firma della provincia di Rieti Giorgia Brugnerotto, sia in termini di costi ambientali che sociali, un sistema basato sull’iperproduzione di oggetti progettati male e sull’incenerimento degli scarti che si producono di conseguenza. Fortunatamente anche in provincia di Rieti si cominciano a vedere i primi risultati della rivoluzione “Rifiuti Zero”: anche grazie al lavoro che portiamo avanti da anni con scuole, altre associazioni e amministrazioni locali, molti comuni della Sabina hanno avviato il sistema “porta a porta” e azioni di riduzione dei rifiuti.

L’evento dello Slow Food Day vuole legarsi alla tematica degli sprechi ogni giorno, replica Ines Innocentini responsabile dello Slow Food Sabina, nelle nostre case, nei centri commerciali, nelle mense aziendali, nei ristoranti e nelle industrie agroalimentari si gettano nei rifiuti tonnellate di alimenti ancora commestibili, una situazione inaccettabile da un punto di vista economico ed ambientale., ma molto si può fare fin da ora per ridurre l’insensata trasformazione del cibo in rifiuti, un’inutile distruzione di valore in termini di lavoro, energia, acqua e suolo, necessari a produrlo.
SlowFood, si legge dal comunicato della sede nazionale, sta facendo molto sull’argomento: dalla collaborazione con il Last Minute Market, alla firma della carta Spreco Zero, fino alla più recente adesione al documento Meno Rifiuti Più Benessere in 10 mosse promosso da Associazione Comuni Virtuosi, Italia Nostra e Adiconsum per alleggerire l’impatto ambientale di imballaggi e articoli usa e getta.

Dopo le 13.00 la Festa continuerà all’agriturismo “Terra Sabina” per un pranzo all’insegna dei prodotti locali e un menu senza sprechi (su prenotazione), all’interno del locale sarà allestita la MOSTRA di Marinella Correggia e Postribù Onlus: “Mali Fossili e Oggetti del Futuro“, facente parte del progetto Previeni i Rifiuti Cambia la Vita.

Nel pomeriggio passeggiata all’interno della tenuta per il RICONOSCIMENTO DELLE ERBE SPONTANEE a cura dello Slow Food Sabina con la testimonianza di alcuni raccoglitori locali e LABORATORIO “Saggezze in Piazza”: autoproduzione di borse di tela per la spesa, con stoffe di recupero del progetto Previeni i Rifiuti Cambia la Vita (chi vuole potrà portare delle stoffe e vestiti da trasformare).

Per informazioni: Ines Innocentini – slowines491@gmail.com – cell. 3476595026 – http://slowfoodsabina.blogspot.com
Giorgia Brugnerotto – post.tribu@gmail.com

PER INFO E PRENOTAZIONE DEL PRANZO potete rivolgervi anche direttamente all’agriturismo Terra Sabina 0765 446037 – 328 2169700 -Via S. Lucia 5 – 02047 – Poggio Mirteto –

Advertisements