Archivi tag: migranti

Lampedusa – Abuso di potere. Chi tace acconsente

di Fulvio Vassallo Paleologo, Università di Palermo

Il 24 agosto 2011, alle ore 21 circa, si è verificato l’ennesimo “sbarco” di migranti presso il Molo Favarolo di Lampedusa. Si trattava di un gruppo di 57 migranti magrebini di sesso maschile e di giovane e giovanissima età, tra i quali anche minori non accompagnati, tutti in apparenti buone condizioni di salute. Al momento dello sbarco erano presenti sul molo gli operatori di tutte le ONG e gli agenti istituzionali allertati in tutte queste occasioni. In particolare erano presenti rappresentanti dell’ INMP (Istituto nazionale per la salute , i migranti e la poverta’), dell’ ASP di Palermo , della Croce Rossa Italiana , di Medici Senza Frontiere.
continua a leggere su Meltingpot.org 
Annunci

CERCARE SALVEZZA, TROVARE PAURA

fonte: http://www.amnesty.it/

“CERCARE SALVEZZA, TROVARE PAURA”: LIBIA, MALTA E LA SITUAZIONE DEI RIFUGIATI, DEI RICHIEDENTI ASILO E DEI MIGRANTI. NUOVO RAPPORTO DI AMNESTY INTERNATIONAL E APPELLO ALLA COMMISSIONE EUROPEA E ALL’ITALIA

“È meglio morire in mare che tornare in Libia”
(Farah Anam, una donna somala arrivata a Malta nel luglio 2010 attraverso la Libia)


I migranti, i rifugiati e i richiedenti asilo in fuga dalla persecuzione e dai conflitti armati vanno incontro alla tortura e al carcere a tempo indeterminato nel loro tentativo di arrivare in Europa attraverso la Libia. È quanto ha dichiarato oggi Amnesty International pubblicando un nuovo rapporto dal titolo “Cercare salvezza, trovare paura: rifugiati, richiedenti asilo e migranti in Libia e a Malta”.

Continua a leggere CERCARE SALVEZZA, TROVARE PAURA

Un miliardo di migranti ambientali nel 2030

fonte: A Sud

[Da La Jornada del 4 ottobre 2010] Nei prossimi venti anni, circa un miliardo di persone saranno migranti ambientali. È la popolazione che sarà obbligata a lasciare la sua terra a causa del cambiamento climatico, delle privatizzazioni delle risorse naturali, la costruzione dei megaprogetti, l’espropriazione, la criminalizzazione e la guerra, avverte Giuseppe De Marzo. Continua a leggere Un miliardo di migranti ambientali nel 2030