Archivi tag: enel

E dopo Porto Tolle, contro l’Enel anche Civitavecchia e l’alto Lazio

I comitati di Porto Tolle vincono la loro battaglia contro ENEL: condannati in cassazione gli ex amministratori delegati per i reati di emissioni moleste, danneggiamento all’ambiente, al patrimonio pubblico e privato e violazione della normativa in materia di inquinamento atmosferico provocati dalla centrale ad olio combustibile di Polesine Camerini.

Il Movimento Nocoke Alto Lazio: stiamo preparando la battaglia legale per Civitavecchia.

Continua a leggere E dopo Porto Tolle, contro l’Enel anche Civitavecchia e l’alto Lazio

UN DOCUMENTO SHOCK, SCANDALO NUCLEARE /come ingannare controlli in centrale nucleare.

ROMA / 22-09-2009 –

Greenpeace è venuta in possesso di un documento della compagnia elettrica Slovenske Elektrarne (SE), controllata al 66% da ENEL, che descrive come manipolare l’audizione pubblica prevista dalla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) per il progetto di completamento di due reattori nucleari sovietici a Mochovce, in Slovacchia. Continua a leggere UN DOCUMENTO SHOCK, SCANDALO NUCLEARE /come ingannare controlli in centrale nucleare.

Paradisi Fiscali

COMUNICATO STAMPA

Attac Roma e la Campagna per la riforma della Banca Mondiale hanno scoperto un nuovo paradiso fiscale.
Si trova a Roma, in via XX settembre.
E’ il Ministero dell’Economia, azionista di riferimento di ENI ed ENEL, che hanno decine di imprese registrate in Delaware, Lussemburgo, Panama, Bahamas e Bermuda.
“Sono immorali gli aiuti a chi opera nei paradisi fiscali” ha recentemente dichiarato il Ministro Tremonti.
Attac Roma e la Campagna per la riforma della Banca Mondiale sono d’accordo.

Per questo MERCOLEDI 1 APRILE dalle ore 9.00 saranno davanti al Ministero dell’Economia per denunciare il paradiso fiscale che lì si annida.
Come si conviene ad un paradiso fiscale, i partecipanti potranno usufruire di mare, spiaggia, comodissime sdraio ed esotici cocktails.

Per informazioni : Paola Carra (Attac Roma) tel. 3291545044
Andrea Baranes (Campagna per la riforma della Banca Mondiale) tel. 3396312613