Ecoffeio: una domenica di scambi, convivialità e “saper fare”, per ridare vita ai piccoli borghi

locandina dell’evento

Una domenica davvero particolare, all’insegna della sostenibilità sociale e ambientale, è ciò che si prospetta il prossimo 29 luglio ad Offeio, caratteristico borgo nel comune di Petrella Salto (Rieti), dove il Comitato Promozionale organizzerà la manifestazione“Ecoffeio, verso un futuro sostenibile”.

Ad attendere i visitatori, a partire dalle 16:30 e fino a tarda sera, ci saranno non solo i numerosi stand di COPAGRI e di produttori locali di cui fare la conoscenza e assaporare i prodotti tipici, ma anche mostre di arte e artigianato, laboratori didattici e ludici, e spazi di riflessione, intrecciati dal filo conduttore di uno sviluppo e di una economia “sani”, legati alle peculiarità e vocazioni del territorio, e fondati su relazioni di solidarietà e scambio reciproco.

Solidarietà e spirito di integrazione anche con le realtà provenienti da altre parti del mondo, come lo spazio dedicato al Mercato di Aicha, ai suoi prodotti mediorientali e prelibatezze etniche che si mescoleranno invece alle tradizioni più tipiche del posto.

L’evento vedrà coinvolti tutti gli abitanti del paese in uno scambio di saperi, tradizioni, produzioni e ricette, divertimento e buone pratiche ecosostenibili con tutti coloro che arriveranno ad Offeio per trascorrere una domenica immersi nella natura.

Molte delle esposizioni e dei laboratori saranno allestiti all’interno delle abitazioni del borgo, al riparo dalla calura estiva, come ad esempio il laboratorio di cosmetica consapevole organizzato dall’associazione Postribù (www.postribu.net) con Marinella Correggia, giornalista e scrittrice per AltraEconomia, dove verrà presentato il progetto Gastribù e le forme di acquisto collettive e solidali, con sperimentazioni di autoproduzione di semplici prodotti erboristici e cosmetici, come unguenti, dentifricio, rimedi naturali e segreti per una bellezza a “impatto zero”.

La Riserva dei Laghi Lungo e Ripasottile condurrà un workshop sull’antica tecnica di tintura con la pianta del guado, mentre le “massaie” del Comitato di Offeio accompagneranno chi si vorrà cimentare col mattarello nella preparazione di ricette locali, nel corso del laboratorio “Mani in Pasta”.

Per chi invece volesse immergersi nel verde incontaminato che circonda il paese, è prevista una passeggiata a cavallo sul far della sera, con visita dell’azienda agricola di Cristiano Coralli, momento dedicato soprattutto ai più piccini, che potranno dar da mangiare agli animali e fare esperienza diretta dei cicli di vita nella fattoria.

Una vera e propria chicca sarà la possibilità di imparare e cimentarsi nel suonare manualmente le campane: tradizione che In Italia sta ovunque scomparendo soppiantata dalle più moderne campane elettroniche, ma che a Offeio è tenuta in vita dalla passione e dalla voglia di tramandare questo antico “mestiere”.

Ampio spazio troveranno esposizioni di ricamo, tombolo e macramè, antiche tecniche in disuso che sarà possibile veder realizzare in loco, e dell’artigianato locale di Laura e Bruna, maestre nella sartoria e nel recupero, così come degli originali lavori in mosaico di Luisa degli specchi (www.luisadeglispecchi.com).

Per tutta la giornata sarà possibile ammirare la particolarissima e suggestiva mostra fotografica di Enrico Ferri sui tagli degli alberi, e la pittura e scultura di Gianluca D’angeli, che incornicerà gli angoli più suggestivi del paese.

Gli spazi gastronomici saranno dislocati in diverse postazioni ed accompagnati da un percorso riflessivo-didattico sulla necessità di allontanarsi dal consumismo, produrre meno rifiuti e vivere più felici, mentre dopo cena verranno organizzati i “giochi di una volta”, come la morra o i “bricci”, intramezzati dagli organetti di Ambra e Michele.

Saranno i benvenuti quelli che vorranno portarsi le stoviglie da casa, così come tutti coloro che vorranno portare una pietanza da scambiare e condividere con altri.

Tra le tante collaborazioni, saranno presenti con un proprio stand l’associazione Libera di Roma, Legambiente Centro Italia, Associazione Lago del Turano, Martino e Luca “Les épiciers” (gli “speziali”) con le loro erbe aromatiche, officinali e peperoncini, Artesolar di Domenico Corsi per la promozione di illuminazioni a basso consumo energetico, e la Contrada Sesto di Forcamelone vincitrice del Palio di Velluto 2012 di Leonessa.

Maggiori informazioni su http://www.offeio.com

Annunci