Sciopero immigrati 1°marzo

COMUNICATO STAMPA

domenica 28 feb. 2010
SCIOPERO DEGLI IMMIGRATI 1 MARZO 2010 – RIETI
UNA GIORNATA SENZA DI NOI

Manifestazione presidio a Ponte Romano ore 17

A molti potrà sembrare un evento singolare lo sciopero degli immigrati indetto in tutta Italia per il 1 Marzo.

Quello che in realtà emerge fortemente è l’esigenza da parte dei migranti di far notare la propria presenza pacifica e laboriosa, al di là dei fatti di cronaca nera che riempiono le prime pagine dei giornali.

Se scendiamo nella realtà reatina ed analizziamo i dati a disposizione (dati Istat), osserviamo un’immigrazione da decenni lenta e graduale, i flussi provengono per lo più da paesi neo comunitari ed europei (78%) , scarsa l’immigrazione da altri continenti, le presenze sono equamente distribuite in tutti i distretti socio sanitari, i minori stranieri sono regolarmente iscritti alla scuola dell’obbligo e il tasso di dispersione scolastica rispecchia quello dei minori italiani.

Se osserviamo poi i dati relativi al lavoro dei migranti, in provincia di Rieti troviamo migliaia di lavoratori stranieri impiegati in settori quali il taglio boschi e la prima lavorazione del legno, la ristorazione, l’edilizia, l’agricoltura e la cura alla persona. Tutti settori in cui è difficile trovare manodopera italiana.

Da uno studio effettuato dall’ Arci di Rieti nell’ambito del progetto “Osservatorio sulla discriminazione dei migranti nei luoghi di lavoro”, emerge un dato molto significativo: ben il 26% degli imprenditori ai quali è stato chiesto il motivo per cui impiegano manodopera straniera, hanno risposto che nel loro settore mancano lavoratori italiani.

Lavoratori, dunque, i circa 8.000 adulti stranieri presenti in provincia di Rieti, che si inseriscono nel tessuto economico e ne diventano parte fondamentale ed insostituibile.

Le associazioni Arci,Ass. Arabi Insieme,  Cittadinanza Attiva, Coordinamento Rifugiati Rieti,  Postribù, Amnesty International, Ass. Germogli, nell’appoggiare lo sciopero dei cittadini stranieri e parteciperanno ad ad una
manifestazione presidio per la giornata del 1° marzo
che si terrà alle ore 17  presso Ponte Romano angolo p.zza Cavour,
che dia visibilità ai diritti degli immigrati , con la speranza che questo Paese, a rischio di deriva razzista -come dimostrano i fatti di Rosarno e Caserta,   decida di accoglierli comunque- prima di tutto, in quanto esseri umani e poi, in fondo, anche in quanto lavoratori.

Arci, Ass. Arabi Insieme,  Cittadinanza Attiva, Coordinamento Rifugiati Rieti,  Postribù, Amnesty International, Ass. Germogli

Annunci