Greenpeace, Copenaghen: fiasco totale

COPENAGHEN  – “Questo presunto accordo è un fiasco totale, è anche un passo indietro rispetto al protocollo di Kyoto”. E’ durissima la reazione del direttore generale di Greenpeace, il francese Pascal Husting, alla prima lettura del testo finale dell’accordo di Copenaghen. “Se un capo di stato proverà a dire che questo accordo è un successo – ha aggiunto Husting – vincerà la Palma d’Oro per la comunicazione più menzognera dell’anno”. Nella bozza circolata spariscono gli impegni vincolanti e collettivi, al loro posto un elenco delle disponibilità di ogni singolo stato. “Non c’é un solo punto – ha continuato il responsabile di Greenpeace – in cui si parla di obbligatorietà degli accordi. Il protocollo di Kyoto era insufficiente, ma almeno era vincolante. Questo testo è la prova che gli egoismi nazionali prevalgono ed è anche la versione più debole tra quelle circolate oggi”. “I dati scientifici sono certi e non possono cambiare – ha concluso Husting – Ma se dopo tanti anni si arriva a questo significa che la politica ha fallito. Allora ci sono solo due possibilità: o si cambia la politica o si cambiano i politici”.

www.ansa.it

Annunci