73 CANDELE ACCESE DAVANTI ALLA PREFETTURA DI RIETI

1

COMUNICATO STAMPA

22 agosto 2009

73 CANDELE ACCESE DAVANTI ALLA PREFETTURA DI RIETI, PER ONORARE LA MEMORIA DEGLI IMMIGRATI, ESULI DA PAESI IN GUERRA, UCCISI IN MARE DALL’INDIFFERENZA E DA LEGGI CHE VIOLANO I DIRITTI UMANI ED I TRATTATI INTERNAZIONALI.

73 esseri umani sono morti dopo 25 giorni di stenti e di fame, su una carretta del mare, mentre tentavano di fuggire alla guerra ed alla fame dai loro Paesi nel Corno d’Africa, Eritrea e Somalia.

Le testimonianze delle poche persone sopravvissute rivelano il gravissimo comportamento criminale di numerose navi e pescherecci che avrebbero potuto e dovuto soccorrerli, ma che hanno preferito “girare la testa dall’altra parte”, semplicemente per paura di essere coinvolti in un salvataggio non gradito ai Governi Italiano, Libico e Maltese.

Un comportamento di una gravità e disumanità inaudita, che segue le nuove norme contro l’immigrazione varate dal Governo Italiano e da patti bilaterali tra Italia e Libia che violano i trattati internazionali sui diritti dell’uomo.

Questa vicenda richiama storie analoghe di ordini impartiti dalle autorità italiane contro esseri umani indifesi, come i recenti “respingimenti” nel canale di Sicilia contro imbarcazioni di immigrati che null’altra colpa avevano se non tentare di fuggire dalla povertà e dalla guerra.

I governi occidentali, quegli stessi che sfruttano sistematicamente le ricchezze dei Paesi poveri e che troppo spesso fomentano guerre e sostengono governi dittatoriali, non si fanno il minino scrupolo – anche solo per meri calcoli di propaganda politica- nel fomentare paure e sentimenti di diffidenza e di razzismo tra la gente.

Razzismo diffuso, che occorre contrastare, facendo opera di verità sulle reali responsabilità in materia di sfruttamento delle popolazioni che vengono nei Paesi occidentali ed in Italia per tentare di sopravvivere alle condizioni di miseria nei loro Paesi e che, comunque, determinano la nostra ricchezza ed il nostro benessere.

Venerdi prossimo pertanto, con appuntamento alle ore 19 davanti alla Prefettura, verranno accese 73 candele per onorare la memoria degli immigrati assassinati in mare a causa di politiche disumane e razziste dei governi occidentali.

AMNESTY INTERNAZIONAL Rieti

ARCI Rieti

COMITATO RIFUGIATI ED IMMIGRATI RIETI

CITTADINANZATTIVA RIETI

POSTRIBU’

Advertisements